MATRIOSkahttp://www.matrioska.cosmopoli.orgshapeimage_1_link_0
 
 













Un uomo con un tatuaggio a forma di donna-albero sull'addome sta chattando con una giovane ragazza. Dell'uomo non si vede mai il viso: è a petto nudo e l'immagine si sofferma sulle mani, sulla tastiera, sul tatuaggio. 
La ragazza che sta chattando con lui è giovane, desiderosa di forti emozioni. Affida al mondo un'immagine di sè forte e decisa: l'energia e la decisione dei suoi modi di fare fanno da contrappunto all'innocenza dei suoi occhi. 
Nella stanza accanto alla sua c'è una tele accesa sulla finale dell'Italia ai campionati mondiali. Il padre sta guardando la partita, ignorando la figlia che, nell'altra stanza, sta per accettare una notte di sesso con uno sconosciuto. Infondo, anche la figlia gli è sconosciuta. Ma delle tattiche dell'Italia quel padre sa tutto. 
Anche nella stanza dove sta chattando l'uomo col tatuaggio la tele è accesa sulla partita. Ma lui ignora cosa stia accadendo nel rettangolo di gioco. Il volume è azzerato. I due si parlano tramite un computer e un interfaccia chat su internet. Lui è abile con le parole e la convince ad incontrarlo. Quella sera stessa, nel nulla assurdo di una città vuota, svuotata dalla partita di pallone. Incontro d'amore nel vuoto. 
Lei lo vuole eccitare perchè il gioco tra loro le piace, e gli lascia intravedere il suo giovane corpo: potenza della webcam. Lui le scrive che è molto eccitante guardarla, ma in realtà pare freddo e meccanico, contraltare paradossale della vitalità della ragazza. 
Si danno appuntamento. Si vedranno entro un'ora. Alla fine della partita. 
DUE storie che si incrociano dando vita a TRE imprevedibili destini...
About 

Giulia Borio
Al debutto assoluto in questo film come attrice protagonista. Due anni più tardi, nell’ottobre 2010, diventa “Playmate” dell’anno come, in altri tempi, lo furono Marylin Monroe, Gina Lollobrigida e, più recentemente, Violante Placido

Luca Littarru
Regista e sceneggiatore del film, nel 2008 si aggiudica con Matrioska il premio come Miglior soggetto al Festival del Cinema Libero di Roma

Cast e produzione
Il cast artistico e tecnico, la colonna sonora, la produzione
Premi e Curiosità

Miglior Soggetto 
al 3° Festival del Cinema Libero di Roma

Finalista 
al 3° Festival Internazionale del Cinema di Imperia

Il Film è stato girato a Budget zero

Giulia Borio, Playmate 2010 della rivista Playboy, debutta come attrice in questo film

Le parti femminili sembravano "maledette", un po' come i personaggi che Giulia Borio e Sylvia Mottola interpretano: ben 6 attrici diverse, prima di Giulia e Sylvia, avevano accettato di lavorare al film, ritirandosi poi man mano che entravano nel lavoro perchè non in grado di sostenere emotivamente il personaggio da interpretare.

PhotoGallery

Morehttp://giuliaborio.carbonmade.com/http://www.lucalittarru.cosmopoli.orgmatrioska_giulia_borio_cast.htmlmatrioska_giulia_borio_photogallery.htmlmatrioska_giulia_borio_more.htmlshapeimage_4_link_0shapeimage_4_link_1shapeimage_4_link_2shapeimage_4_link_3shapeimage_4_link_4
Trailer & Trama

Giulia Borio, al debutto cinematografico in questo film come attrice protagonista, è Playmate 2010 nel mensile Playboy, come un tempo lo furono Gina Lollobrigida, Violante Placido e Marylin Monroe